I PARCHI E LE RISERVE

Print PDF

sandy_lane

KENIA

La grande varietá di habitat e l’abbondanza delle specie faunistiche e della flora sono la vera ricchezza del Kenya. Un caleidoscopio di ambienti, animali e popolazioni che si apre davanti agli occhi del viaggiatore nella sua sorprendente bellezza, visitando i 23 parchi nazionali, 28 riserve nazionali, 4 parchi e 6 riserve nazionali marini.

Maasai mara national reserve

E’ una riserva situata nel sud-ovest del Kenya famosa per l'abbondanza di leoni, la grande migrazione degli gnu e il popolo Masaai, ben noto per le abitudine particolari e i vestiti. E’ senza dubbio la meta per safari più famosa dell'Africa. La riserva nazionale di Maasai Mara si estende per 1.510 chilometri quadrati (580 miglia quadrate) e si trova a 1.500-2.170 metri sul livello del mare.

Il terreno della riserva è principalmente foresta fluviale, con prati e macchie di alberi di acacia . Si trova a circa 270 km dalla capitale Nairobi e dista circa 5-6 ore di strada o 40-45 minuti di volo.L’ ecosistema Maasai Mara ospita una delle più alte densità di leoni nel mondo ed è qui che oltre DUE MILIONI di gnu, zebre e gazzelle Thomsons migrano ogni anno. Masai Mara ospita più di 95 specie di mammiferi e 570 specie di uccelli registrati.

E 'famosa per la sua popolazione eccezionale di felini, di animali selvatici, e per la migrazione annuale di zebra, gazzelle Thomson, e gnu dal Serengeti ogni anno da luglio a ottobre, una migrazione così immensa che viene chiamata la Grande Migrazione. La riserva Maasai Mara è solo una frazione dell’ Ecosistema Grande Mara, che comprende i seguenti gruppi: Koiyaki, Lemek, Ol Chorro Oirowua, Olkinyei, Siana, Maji Moto, Naikara, Ol Derkesi, Kerinkani, Oloirien e Kimintet.

Gnu, zebre e gazzelle Thomson migrano e occupano la riserva Mara, dalle pianure del Serengeti verso sud e dalle pianure Loita a nord-est, da luglio a ottobre o più tardi. Branchi di tutte e tre le specie sono anche residenti nella riserva. Tutti i membri dei "Big Five" (leone, leopardo, elefante africano, bufalo africano, e rinoceronte nero) si trovano nel Masai Mara. La popolazione di rinoceronti neri era abbastanza numerosa fino al 1960, ma è stata gravemente impoverita dal bracconaggio dgli anni ‘70 e ‘80, scendendo a un minimo di 15 esemplari.

Tsavo national park

Con i suoi 21 mila chilometri quadrati é il parco piú grande del Kenya. Diviso in due parti dalla strada che collega Nairobi e Mombasa, ha habitat opposti: nella parte Est la vasta boscaglia dalla terra rossa abbagliante interrotta dallo Yatta Plateau e dalle palme che costeggiano il fiume Galana, e dalle Lugard Falls, ospita la piú alta concentrazione di elefanti: oltre 12.000 esemplari, Tsavo Ovest si caratterizza per la vegetazione fitta, le colline vulcaniche coniche, le colate di lava e Mzima Spring: le sorgenti  d’acqua cristallina  che permettono di vedere ippopotami e coccodrilli sott’acqua. A sole due ore d’auto da Mombasa, Malindi eWatamu, rappresenta il parco ideale per turisti che soggiornano sulla costa ceh desiderano abbinare il relax del mare con l’esperienza di un safari.

Chiyulu hills

Le Chiyulu Hills – protagonista del romanzo di Hemingway “le verdi colline d’Africa”- godono di una spettacolare veduta sul Kilimanjaro. Queste giovani conformazioni laviche abitate da leoni e leopardi sono il luogo perfetto per safari a piedi accompagnati da guide esperte Maasai per avvicinare giraffe, zebre ed elefanti.

Aberdare National  Park

I Monti Aberdare si estendono per 160 km lungo la Rift Valley fino a Laikipia. Con un’altezza media di 3550 mt gli Aberdare vantano tra i panorami piú spettacolari del Kenya: le cascate Thompson con balzo di 72 metri,  fitte foreste e brughiere nebbiose. Ideali per il trekking, le aree piú elevate ospitano leopardi, facoceri, bufali, leoni, elefanti e rinoceronti neri nella Solio Game Reserve. The Arc e il Tree Tops sono lodge famosi per l’avvistamento ravvicinato degli animali che si radunano a bere nelle pozze sottostanti e , dal tramonto all’alba, é un susseguirsi di emozioni. Oltre alla flora spontanea, gli Aberdare sono ricoperti di piantagioni di caffé e té, grano e piretro.

Samburu, Shaba e Buffalo Springs

Le pianure semiaride e punteggiate da grandi colline rocciose sacre al Sanburu e il profilo del Monte Kenya all’orizzonte fanno delle risewrve Samburu, Shaba e Buffalo Springs un territorio mozzafiato e ancora inesplorato.  La boscaglia di acacie e le palme doum che fiancheggiano il fiume Ewaso Nyiro sono abitate da branchi di elefanti, leoni, leopardi, bufali e da specie endemiche come gerenuk, orice di Beisa, giraffa reticolata, zebra di Grevy e struzzo somalo. Il parco é abitato dai fieri pastori Samburu, etnia affine ai Maasai.

Amboseli National Park

Dominato dalla vetta innevata del Kilimanjaro, la montagna piú alta dell’Africa, Amboseli é uno dei parchi piú conosciuti del Kenya con sconfinate pianure punteggiate da grandi acacie Tortillis dalla chioma ad ombrello e il bacino salino del lago Amboseli, secco la maggior parte dell’anno, che si trasforma in uno specchio d’acqua pullulante di vita durante la stagione delle piogge. Abitato dai Maasai, tra rocce vulcaniche, paludi, sorgenti solforose e colline coniche si incontrano grandi gruppi di elefanti, leoni, bufali, ghepardi, otocioni, zebre. Si raggiunge in un’ora di volo da Nairobi, Diani, Mombasa.

Laikipia

Un tempo ricco di allevamenti e ranch, oggi l’altipiano di Laikipia é sinonimo di salvaguardia ambientale e faunistica tra i piú importanti d’Africa. I ranch e le riserve private come Ol Pejeta e Lewa Conservancy si sono riconvertite alla conservazione del patrimonio naturalistico e il turismo con il contributo delle comunitá locali che lavorano per preservare l’ecfosistema e gli stili di vita tradizionali.

Monte Kenya

Con i suoi 5199 mt, il Mt. Kenya é la seconda vetta d’Africa. La sua imponenza l’ha reso sacro ai Kikuyu (Kirinyaga), la tribú che ne abita da millenni le pendici, dimora del dio Ngai. Il monte é un vulcano estinto le cui tre vette piú alte Batian, Nelione Lenana hanno i nomi di capi tribú Maasai. La spettacolaritá del suo paesaggio e dei panorami che da qui si godono, na ha fatto Patrimonio dell’Umanitá e Riserva Biosfera dell’Unesco: ghiacciai e rocce, foreste equatoriali, brughiere alpine, boschi di bambú, giganteschi alberi di canfora ed euforbie candelabra, felci, orchidee, lobelie giganti e cinerarie. Elefanti, bufali, leoni, antilopi, scimmie e pantere nere si incontrano alle sua pendici. Paradiso per il trekking e il birdwatching.

Meru National Park

A 360 km a nord di Nairobi, il Meru National Park, si presenta con un habitat unico, caratterizzato da fitte foreste fluviali che si alternano alla boscaglia brulla interrotta dalle chiome di palme doum. I caratteristici Kopje- colline rocciose tipiche del parco- sono postazioni perfette per godersi il panorama sconfinato e per l’avvistamento degli animali. Oltre ai Big Five, il parco ospita gli Special Five: gerenuk, giraffa reticolata, zebra di Grevy, struzzo somalo e orice di Beisa. Negli anni ’60 Meru Park é diventato famoso per gli Adamson, i naturalisti che hanno adottato Elsa, la leonessa protagonista del best seller e del film “ Nata Libera”.

Shimba Hills National Reserve

A soli 30 km da Mombasa, nell’entroterra di Diani Beach, questa riserva che compete per bellezza con i grandi parchi, presenta un dolce paesaggio africano con verdi colline, profonde vallate fluviali scavate nelle rocce del Triassico e lussuregianti tratti di foresta pluviuale, popolata da leopardi, rare antilopi nere della sabbia ed elefanti. Da non perdere le escursioni nella foresta, a piedi con le guide del Kenya Wildlife Service.

Arabuko Sokoke Forest

É il piú esteso tratto di foresta endemica costiera sopravvissuto in Africa orientale. Qui vivono specie rarissime come il toporagno elefante, 240 specie di uccelli e 250 diversi tipi di farfalle che hanno fatto di questa foresta un luogo sacro ai Mijikenda. Molti i sentieri da percorrere a piedi e in fuoristrada. L’ingresso si trova al bivio con Watamu sulla strada Mombasa-Malindi.

Ruma National Park

Il Ruma National Park é un piccolo gioiello a poche chilometri dal lago Vittoria nella provincia Nyanza a nord ovest del Kenya. Si caratterizza per le ampie praterie dal suolo nero contornate da colline vulcaniche e ospita specie rare come l’antilope roana che solo qui ha trovato un habitat ideale e che divide con la giraffa di Rotchild, leopardi, serval, impala e damalischi.

Kakamega Forest National Reserve

Situata nel bacino del lago Vittoria, a 50 km a nord di Kisumu, Kakamega é l’unico lembo rimasto in Kenya dell’ecosistema forestale guineo-congolese. Il parco ospita varietá faunistiche uniche: 400 specie di farfalle e 300 specie di uccelli, 27 specie di serpenti, 350 specie di alberi e 7 specie di primati tra cui la scimmia di Brazza, il colobus e il cercopiteco. Tra i mammiferi rari: il potto (il mammifero piú lento del mondo sulla terra), cefalofi, pangolini, antilopi, dik dik e lontre.

 

E’ una riserva situata nel sud-ovest del Kenya famosa per l'abbondanza di leoni, la grande migrazione degli gnu e il popolo Maasai, ben noto per le abitudine particolari e i vestiti. E’ senza dubbio la meta per safari più famoso dell'Africa. La riserva nazionale di Maasai Mara si estende per 1.510 chilometri quadrati (580 miglia quadrate) e si trova a 1,500-2,170 metri sul livello del mare.

Il terreno della riserva è principalmente foresta fluviale, con prati e macchie di alberi di acacia . Si trova a circa 270 km dalla capitale Nairobi e dista circa 5-6 ore di strada o 40-45 minuti di volo.L’ ecosistema Maasai Mara ospita una delle più alte densità di leoni nel mondo ed è qui che oltre DUE MILIONI di gnu, zebre e gazzelle Thomsons migrano ogni anno. Masai Mara ospita più di 95 specie di mammiferi e 570 specie di uccelli registrati.

E 'famosa per la sua popolazione eccezionale di felini, di animali selvatici, e per la migrazione annuale di zebra, gazzelle Thomson, e gnu dal Serengeti ogni anno da luglio a ottobre, una migrazione così immensa che viene chiamata la Grande Migrazione. La riserva Maasai Mara è solo una frazione dell’ Ecosistema Grande Mara, che comprende i seguenti gruppi: Koiyaki, Lemek, Ol Chorro Oirowua, Olkinyei, Siana, Maji Moto, Naikara, Ol Derkesi, Kerinkani, Oloirien e Kimintet.

Gnu, zebre e gazzelle Thomson migrano e occupano la riserva Mara, dalle pianure del Serengeti verso sud e dalle pianure Loita a nord-est, da luglio a ottobre o più tardi. Branchi di tutte e tre le specie sono anche residenti nella riserva. Tutti i membri dei "Big Five" (leone, leopardo, elefante africano, bufalo africano, e rinoceronte nero) si trovano nel Masai Mara. La popolazione di rinoceronti neri era abbastanza numerosa fino al 1960, ma è stata gravemente impoverita dal bracconaggio dgli anni ‘70 e ‘80, scendendo a un minimo di 15 esemplari.

Social Media Links

FacebookTwitterBlogger